#

L’Assemblea dei Soci approva il bilancio 2015. Utile in crescita

L’Assemblea Ordinaria dei soci di Interporto Padova Spa (presente l’88% del capitale sociale) ha approvato oggi all’unanimità  il Bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2015.
Il Bilancio 2015 si è chiuso con un UTILE prima delle imposte per 1,8 milioni di Euro, mentre il risultato finale netto è positivo 631 mila Euro. L’EBITDA (il differenziale tra il valore della produzione e i costi della produzione, depurato degli ammortamenti, degli accantonamenti e dei contributi vari) è pari a 9,687 milioni di Euro (37,73%). L’EBIT (risultato aziendale prima delle imposte e degli oneri finanziari) è pari a 5,52 milioni di Euro (18,65%). Il valore della produzione complessivo (fatturato) è pari a 31,1 milioni di Euro. Inoltre la riduzione dell’indebitamento complessivo è di ben 2,2 milioni di Euro secondo il trend programmato nel piano industriale pluriennale.
All’ordine del giorno anche la presentazione del Piano Industriale Pluriennale sviluppato in collaborazione con KPMG.  Il documento evidenzia come nel periodo considerato 2009-2014 Interporto Padova abbia segnato una crescita media annua dei volumi trasportati del 7,1%  superiore a quella media europea, pari al 6,5% e nettamente migliore rispetto a quella italiana ferma al 1,4%.  Lo studio prevede un aumento medio del 2,4% del numero di TEU movimentati nel periodo 2016-2031. In termini numerici si passerà quindi dai 275 mila TEU odierni ad oltre 390 mila, grazie anche alla entrata in funzione, dall’inizio del 2018, delle 4 gru a portale elettriche nel Terminal Intermodale.  Parallelamente i ricavi nel 2031 si attesteranno attorno ai 41,4 milioni di euro con un Ebitda in crescita del 2,7% medio.  L’Ebit è previsto in crescita del 6% con un utile al 2031 attorno ai 9,3 milioni di euro.