#

L’Assemblea dei Soci approva il bilancio 2018

L’assemblea dei soci di Interporto Padova, (presente il 90,18697.% delle azioni) ha approvato martedì 30 aprile, all’unanimità, il bilancio di esercizio 2018.

Il Bilancio 2018 si chiude come segue:

•    UTILE prima delle imposte per 2,237 milioni di Euro, mentre il risultato finale netto è positivo per 1,388 milioni di Euro;
•    L’EBITDA (il differenziale tra il valore della produzione e i costi della produzione, depurato degli ammortamenti, degli accantonamenti e dei contributi vari) è pari a 8,761 milioni di Euro (28,04%);
•    L’EBIT (risultato aziendale prima delle imposte e degli oneri finanziari) è pari a 5,309 milioni di Euro (13,77%)
•    valore della produzione complessivo pari a 33,6 milioni di Euro (+3,83%);

L’Assemblea ha inoltre provveduto a nominare quattro amministratori della Società per integrare il Consiglio di Amministrazione nominato lo scorso 30 marzo 2018 (a seguito di dimissioni pervenute nel periodo precedente).

Il Presidente di Interporto Padova  Sergio Gelain ha commentato: “Ringrazio i membri uscenti del Cda, per la preziosa collaborazione e per l’impegno che hanno profuso in questo periodo.  Naturalmente do il benvenuto ai nuovi amministratori, dei quali conosco e apprezzo le qualità umane e professionali.   In questi ultimi mesi abbiamo messo in funzione le nuove gru elettriche a portale, e questo ha richiesto un impegno extra a tutti noi. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i dipendenti che hanno  dato davvero il massimo, con l’obiettivo di rendere ancora più efficiente e competitivo Interporto Padova”- Il presidente ha anche annunciato la presentazione, a breve dello studio sul sistema trasportistico del nostro territorio che interessa l’Interporto. “E’ una ricerca di grande interesse che ci permette di pianificare correttamente lo sviluppo delle infrastrutture trasportistiche a servizio del nostro Interporto che sono fondamentali per assicurarne la crescita futura, evitando “colli di bottiglia che lo potrebbero penalizzare”.
Il direttore generale Roberto Tosetto ha sottolineato: “Il bilancio che i soci hanno approvato oggi è la fotografia di una società sana, che al risultato economico affianca un progetto strategico per il futuro di cui le gru elettriche a portale sono uno dei tasselli principali, ma non l’unico.  Abbiamo raddoppiato la capacità del nostro terminal intermodale e gli operatori riconoscono concretamente il nostro impegno e ci danno fiducia. Lo vediamo dalla crescita dei traffici che in questi primi tre mesi sono aumentati del 7% rispetto allo scorso anno e dal grande interesse che c’è per valutare nuovi collegamenti intermodali con porti italiani e stranieri. Inoltre  grazie alle nuove gru il terminal adesso permette anche la movimentazione dei semirimorchi e allarga quindi la propria offerta a collegamenti intermodali gomma/rotaia su rotte fino ad oggi non servite. Approfitto per ringraziare tutti gli autotrasportatori per la collaborazione nel periodo di messa a regime delle gru a portale, che inevitabilmente a creato qualche piccolo disagio. Oggi anche per loro operare nel terminal è certamente più agevole”.